IL TAR RIAPRE LE SCUOLE MA CHIUDE LE SUE AULE FINO AL 30 APRILE, CAUSA COVID

“Il Tar che ha accolto il ricorso di quanti chiedevano il rientro in presenza dell’intera popolazione scolastica in Campania, adesso, chiude i propri uffici e stabilisce che le udienze in presenza, causa Covid, riprenderanno dal 30 aprile. Della serie: per centinaia di migliaia di studenti, docenti e personale, nonostante l’inadeguatezza del trasporto pubblico e gli assembramenti davanti alle scuole, il rischio contagio non c’è, per impiegati e giudici del tribunale amministrativo invece sì”. Lo afferma l’onorevole Gigi Casciello, Deputato di Forza Italia, componente della Commissione Cultura alla Camera e tra i fondatori dell’Associazione Voce Libera.

“Viviamo in un Paese dove è indispensabile metter mano alla riforma della burocrazia e della giustizia in tutte le sue componenti, Questa vicenda è emblematica: dal 1° febbraio anche in Campania le scuole superiori saranno riaperte, nonostante il Covid”, prosegue Casciello, “mentre il Tar viene chiuso per rischio Covid. Una contraddizione inquietante. Soprattutto il problema dei trasporti, nel Mezzogiorno e in Campania, impone, come ho già chiesto, di continuare con la Didattica a distanza e di attendere, per il ritorno in presenza, che venga vaccinato almeno tutto il personale scolastico. Del resto, vengono già segnalati casi di focolai nelle scuole primarie appena riaperte”.

CASCIELLO (FI): “PRIMA I VACCINI AI DOCENTI E AL PERSONALE ATA, POI LA RIAPERTURA DELLE SUPERIORI”

“Non m’iscrivo al partito di quanti giudicano positiva la notizia che dal 1° febbraio tutte le scuole torneranno a svolgere le lezioni in presenza. In Campania ritengo necessario, indispensabile, viste le difficoltà non sono superate e l’inadeguatezza del trasporto pubblico, che gli istituti superiori continuino con la Didattica a Distanza. Logica vorrebbe che si riaprisse solo quando tutto il personale scolastico, docente e Ata, sia stato vaccinato contro il Covid”. Lo afferma l’onorevole Gigi Casciello, Deputato di Forza Italia, componente della Commissione Cultura alla Camera e tra i fondatori dell’Associazione Voce Libera.

“Occorre, inoltre, modificare immediatamente il calendario scolastico per capire come quest’anno possa terminare, visto che dalla metà di ottobre gli studenti campani sono solo in DaD e i programmi previsti possono aver avuto delle modifiche. Gli insegnanti hanno fatto un grande gesto etico e di responsabilità, adeguandosi alla Didattica a Distanza, quanto gli studenti, ma non si può far finta di nulla – prosegue l’onorevole Casciello -. A tal proposito, presenteremo una mozione per aiutare in maniera massiccia le famiglie dal punto di vista economico, non soltanto chi già aveva situazioni difficili, ma anche professionisti, Partite Iva, tutti quelli che non possono contare su un reddito certo, perché in questi periodi le emergenze economiche familiari sono aumentate. Occorre continuare con la Didattica a Distanza in quegli istituti superiori, e sono tanti nel Mezzogiorno e in Campania, che non sono attrezzati per ripartire al 50% o al 70%, non si sa bene come, c’è tanta confusione, e a garantire la Dad”.

L’onorevole Casciello poi conclude: “È illogico che su una materia così importante come la formazione, il prosieguo dell’anno scolastico, debba decidere il Tar. Questo sono scelte che spettano a chi governa, al Ministero, alla politica. Buttare tutto in un ricorso alla magistratura amministrativa è il segno di un degrado e dei tempi disadorni che stiamo vivendo”.

FORZA ITALIA, DISGELO TRA CALDORO E DE SIANO: SI VA VERSO CONFERMA DEL COORDINATORE

di pasquale napolitano

Tregua De Siano-Caldoro in Forza Italia: giovedì sera c’è stata la telefonata del disgelo tra il coordinatore campano di Fi Domenico De Siano e il capo dell’opposizione di centrodestra in Consiglio regionale Stefano Caldoro. I rapporti tra i due, dopo la decisione di alcuni esponenti azzurri di appoggiare il sindaco De Magistris in occasione del voto sul bilancio, erano tesi. Al centro del colloquio telefonico anche la riorganizzazione del partito in Campania, dopo lo strappo di Cesaro alle ultime regionali. Si va verso una riconferma di De Siano. Ma nelle prossime ore si punterà a recuperare i dissidenti vicini a Mara Carfagna. Sul piatto i coordinamenti provinciali.

SALUTAME A RENZI – IL DEPUTATO DE FILIPPO LASCIA IV: “VOTO LA FIDUCIA”

“E’ stata sbagliata la scelta di Italia Viva di aprire la crisi mentre il Paese e’ attraversato da tante difficoltà e sofferenze. Per questo lunedi voterò la fiducia al governo. Ho deciso di continuare il mio impegno parlamentare per favorire l’uscita dall’emergenza sanitaria e sociale e la necessaria ripresa economica nel gruppo del Partito Democratico riprendendo il filo di un percorso che viene da lontano e in questo senso ringrazio il segretario Zingaretti ed il capogruppo Delrio”. E’ quanto afferma il deputato Iv Vito De Filippo, raggiunto dall’Ansa, che torna nel Pd.

MASTELLA FA A PEZZI RENZI: “E’ UN TRUMPINO, MA CI SONO I RESPONSABILI: IL GRUPPO SI CHIAMERA’ MEGLIO NOI”

“Renzi è un piccolo Trump italiano, ha lo stesso tipo di atteggiamento. Come si fa in questo momento con i morti e la gente chiusa in casa ad aprire una crisi? E’ una irresponsabilità incredibile”: Clemente Mastella,. sindaco di Benevento ed ex Guardasigilli, Clemente Mastella, a 24 Mattino su Radio 24, attacca frontalmente il leader di Italia viva. “’Se fossi stato in parlamento gli avrei fatto vedere i sorci verdi, o viola visto che è un fiorentino. Renzi è il primo responsabile”, aggiunge Mastella, “quando c’era il governo Lega-M5s e si rischiava di andare al voto lui con i suoi responsabili e il Pd si è ritrovato a fare un governo diverso. Ora esistono dei responsabili che maturano le condizioni per andare avanti rispetto alla sua irresponsabilità che vengono considerati traditori, ma il primo traditore è stato lui. I responsabili fanno un’azione politica, e aldilà di questo momento noi saremo responsabili anche successivamente e con degli amici avvieremo una iniziativa politica con cui ci presenteremo alle elezioni collegati al centro sinistra, si chiamerà Meglio noi, ovvero la mia generazione che ha fatto l’Italia, assistere a quello che sta succedendo è sconcertante”.

CACATE LIBERE! IL NEOASSESSORE PAGANO SCRIVEVA: “NON HO MAI RICEVUTO POSTI DI POTERE”

“Ps: non mi commentate scrivendomi cose del tipo ma allora il sindaco e sei un fan gigino e cacate di questo tipo. A differenza vostra, non ho mai mangiato con questa amministrazione, non ho mai ricevuto favori o posti di potere”. Così parlò, lo scorso 9 novembre, il neo assessore del Comune di Napoli, Giovanni Pagano. Visto che ha ricevuto un posto di potere, ora siamo tutti liberi di scrivere… beh ci siamo capiti. In bocca al lupo, assessore…

UN GIOIELLO DI ASSESSORE – JOSELITA FA IMPAZZIRE I SOCIAL TRA FOTO, PROFUMI E POLITICA

Dai banchi della giunta comunale ai gioielli. Senza mai rinunciare all’ Elocuencia, un brand nato nel dicembre 2017, che diventa però il principio ispiratore delle attività.

Joselita Ruggiero Malagnini, assessore comunale alle Politiche sociali del Comune di Cimitile (vicina a Forza Italia) è pronta a lanciare la nuova linea di gioielli. Un’iniziativa studiata e realizzata in collaborazione con Mauro Carrazza, un artigiano di Viterbo: gioielli fatti a mano, in acciaio e pelli originali.

E’ il secondo successo, dopo il lancio di un profumo di nicchia, Elocuencia, una fragranza che fa impazzire tutti. “L’Eloquenza”, spiega Joselita, “ la vivo ed interpreto come un concetto di vita. Devi essere convincente in tutto quello che fai! Dobbiamo trovare in noi stessi, ogni giorno, quella ispirazione misteriosa capace di far sprigionare scintille di persuasione. Ecco, più o meno questo è il mio concetto di vita e dal quale sono partita per realizzare il mio brand. Concetto di vita che permea la mia esistenza”

VACCINI A NAPOLI, ARRIVANO I GAZEBO PER PROTEGGERE LE FILE DALLA PIOGGIA. CAMPANIA PRIMA IN ITALIA CON IL 75,2%

Decine di gazebo sono stati allestiti dall’Asl Napoli 1 per proteggere dalla pioggia le persone in fila per il vaccino alla Mostra d’Oltremare. La Campania è in testa alla classifica per somministrazione dei vaccini, con il 75,2%. Sono 512.824 le dosi di vaccino somministrate al momento in tutto il paese: il dato, fornito dal commissario all’emergenza, è aggiornato alle 15.05. I vaccinati sono 317.753 femmine e 195.071 maschi, suddivisi tra 421.316 operatori sanitari, 58.979 unità di personale non sanitario e 32.529 ospiti di strutture residenziali. Le regioni che hanno somministrato la maggior parte delle dosi ricevute sono la Campania con il 75,2%, il Veneto con il 71,8%, la Toscana con il 71,2%, la Sicilia con il 65,7% e il Lazio con il 64,5%.

GELOSIA CANAGLIA. IOVINO (ITALIA VIVA) RIFIUTA DI FARE IL VICE DI SOMMESE JR

di pana

Gelosia, gelosia canaglia. I consiglieri regionali sembrano non soffrirne meno degli altri esseri umani.  Nel Palazzo del Consiglio regionale della Campania si vocifera che dietro la rinuncia di Francesco Iovino, consigliere regionale di Iv, al posto di vicepresidente della commissione Affari istituzionale, vi sia un attacco di gelosia (politica, naturalmente). Pare infatti che il renziano napoletano (dopo l’idillio con Luigi de Magistris) non voglia fare il vice di Giuseppe Sommese, 26 enne presidente della commissione. Così Iovino ha deciso di farsi trasferire in una commissione speciale. Tutta colpa della gelosia.