INTERVISTA AL SENATORE M5S PUGLIA: “LA LISTA A NAPOLI CI SARA’, NO ACCORDO CON DE MAGISTRIS”

PUGLIA
Sergio Puglia, senatore del M5S, originario di Portici, affida a napolispia il suo pensiero sulla querelle lista sì-lista no, relativa all’ipotesi che il Movimento possa non presentare una lista alle prossime comunali di Napoli. Puglia, che è stato capolista al Senato per il M5S alle politiche, esclude anche qualunque tipo di accordo o desistenza con il sindaco uscente Luigi De Magistris e indica come priorità l’introduzione del reddito di cittadinanza.

Senatore Puglia, allora? Il Movimento 5 Stelle non si presenterà a Napoli?
“Non esiste alcuna possibilità che il Movimento 5 Stelle non si presenti con una lista alle prossime comunali a Napoli. Se non c’è ancora un nome è solo perché il nostro percorso è esattamente l’inverso rispetto a quello degli altri partiti. Per noi il programma ha la priorità sugli uomini. E sul programma siamo già molto più avanti degli altri partiti, il cui unico interesse è individuare il burattino migliore per giochetti di potere che sono tutt’altra cosa rispetto agli interessi di una comunità. Quanto al possibile candidato, bisogna tener conto che compiere una scelta con modalità democratiche e condivise richiede tempi più lunghi rispetto alle dinamiche del nome calato dall’alto”.

Le priorità del Movimento per Napoli?
“A Napoli, come nelle altre città dove siamo chiamati al voto, la nostra priorità si chiama reddito di cittadinanza. Sul modello Livorno, città che amministriamo dalla scorsa Primavera e nella quale è stato istituito il reddito comunale di cittadinanza, anche per Napoli abbiamo pronto un piano che ci consentirà di erogare 600 euro al mese alle famiglie il cui capofamiglia ha perso l’occupazione. Oltre al sostentamento economico, ci preoccuperemo di formare contestualmente queste persone e di reinserirle quanto prima nel mercato del lavoro. Si tratta di uno strumento che esiste ovunque in Europa, di cui Renzi non vuole sentire parlare, mentre De Luca ne ha fatto uno dei cavalli di battaglia in campagna elettorale. Salvo lasciarsi distrarre dai suoi innumerevoli guai giudiziari. Se ci impediscono di istituire il reddito di cittadinanza sia a livello nazionale che regionale, vorrà dire che lo faremo diventare una realtà nei comuni che saremo chiamati a governare”.

C’è chi ipotizza accordi con il sindaco uscente, Luigi De Magistris…
“Non esiste alcuna possibilità che il Movimento possa dialogare con De Magistris. Cinque anni fa ci siamo presentati con due liste distinte a sostegno di altrettanti candidati sindaco. Non vedo cosa dovrebbe essere cambiato in questi cinque anni”.

Subscribe
Notify of
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments