CASO CUOMO, DIBATTITO AL SENATO – MDP: “STRANI RITARDI NELLA PROCLAMAZIONE”

Al Senato questa mattina non si parla d’altro: i lavori dell’aula sono caratterizzati dal “caso Cuomo”. Ieri il presidente del Senato, Pietro Grasso, era intervenuto sulla vicenda ricordando al sindaco di Portici che può dimettersi entro oggi. “Il collega Cuomo è stato eletto sindaco nel mese di giugno al primo turno e ieri la Giunta per le elezioni se ne è occupata, oltre tre mesi dopo, facendo sicuramente il suo dovere sul piano procedurale. Ma ci sono tanti interrogativi che se il presidente Grasso li pone è bene che ce li poniamo tutti”. E’ quanto ha dichiarato la senatrice Doris Lo Monaco (Mdp) intervenendo sul caso del senatore dem Vincenzo Cuomo sollevato in Aula dal senatore di Idea Carlo Giovanardi. Secondo la parlamentare “è strano che ci siano stati ritardi nella proclamazione”. “Chi li ha fatti? chi li ha prodotti?”, chiede Lo Moro. “Ieri – sottolinea – la giunta ha deciso tre giorni per l’opzione. Qualcuno anche del suo stesso partito aveva proposto un giorno”. “Questi ritardi – conclude – non possono essere scaricati su chi si è trovato il 13 settembre a decidere non del destino di un collega, ma a mettere la sua faccia su una cosa che non piace proprio. Per esempio a me non piace affatto”. “La lettera di dimissioni è stata inviata al Senato a fine luglio e, guarda caso, la Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari è intervenuta il 13 settembre, concedendo tre giorni ulteriori, fino al 16 settembre, guarda caso proprio il primo giorno utile per maturare il diritto alla pensione”. Così il senatore Enrico cappelletti (M5s) interviene in Aula al Senato sul caso del senatore dem Vincenzo Cuomo. “Se questa cosa per voi è normale, – aggiunge – per me è invece scandalosa, mi indigna e dovrebbe indignare questa istituzione. Credo abbia fatto benissimo il Presidente a richiamare il senatore Cuomo a fare uno sforzo, perché ne va anche del suo onore”.

Lascia un commento

Vuoi essere il primo a commentare?

Notify of

wpDiscuz