NAPOLI, MARESCA CERCA SPONDE A SINISTRA MA FI E LEGA FRENANO

Un modello Draghi per Napoli? Potrebbe diventare il modello Maresca, secondo alcuni protagonisti della politica partenopea. Il magistrato, ancora non ufficialmente candidato ma dato tra i papabili per la corsa a Palazzo San Giacomo, potrebbe essere sostenuto da una coalizione di larghe intese sul modello di quella parlamentare che ha permesso la nascita del governo Draghi.

La conditio sine qua non affinché questa ipotesi si realizzi, sarebbe quella per cui i partiti dovrebbero presentarsi senza simbolo: sarebbe l’unica via per far convivere, in nome del civismo, una coalizione che andrebbe da Forza Italia e Lega ad Italia Viva, Azione, +Europa. Esclusa al momento da questa ipotesi Fratelli d’Italia, che solo per il momento, continua a sostenere la candidatura dell’avvocato Sergio Rastrelli.

Dall’entourage di Maresca non si sentono di escludere questa eventualità che, anzi, piace molto e sarebbe in linea con il profilo civico della candidatura di Maresca. Più restii i partiti di centrodestra con cui ci sono interlocuzioni in corso, Forza Italia e Lega. La decisione emersa dal tavolo nazionale del centrodestra è che i partiti si presenteranno con i simboli, e che al momento non vi è nessuna possibilità di alternativa a questa scelta.“Mai con gli eredi del PD e i suoi satelliti minori, che hanno distrutto Napoli”, fa sapere un big di Forza Italia.

Subscribe
Notify of
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments