COMUNALI, CORSA ALLE MUNICIPALITÀ: NELLA VII SI CHIUDE (PD-M5S) SU NAPOLITANO. STRINO KO

Pasquale Napolitano per Napolispia

Si inizia a chiudere il puzzle sulle presidenze della Municipalità a Napoli in vista delle elezioni comunali del prossimo autunno. Dovrebbe arrivare nei prossimi giorni l’ufficializzazione della candidatura dell’ingegnere Luigi Napolitano a presidente della Settima Municipalità (Miano-Secondigliano) in quota Pd-Cinque stelle. Napolitano, esponente di primo piano del M5S di Napoli, è stato il candidato dei grillini alle elezioni suppletive al Senato nel collegio Vomero-Arenella. Nelle ultime settimane tra gli aspiranti alla presidenza della Municipalità circolava il nome di Vincenzo Strino, social media e attivista locale, autore di un libro sul quartiere Secondigliano. Strino,  a quanto risulta a Napolispia, avrebbe avuto anche un colloquio con Catello Maresca, candidato in pectore del centrodestra per Palazzo San Giacomo, per ottenere la candidatura nello schieramento opposto. Ma senza ottenere nulla, perché il centrodestra dovrebbe riconfermare il presidente uscente Maurizio Moschetti.

CASCIELLO (FI): “RECOVERY, LA RIQUALIFICAZIONE DI NAPOLI EST È UNA PRIORITÀ”

“Il risanamento e la riqualificazione industriale dell’area orientale di Napoli è un tema prioritario per il rilancio della città”: lo sottolinea Gigi Casciello, deputato di Forza Italia e tra i fondatori dell’Associazione Voce Libera. “Sull’area”, precisa Casciello, “insiste una quota rilevante della Zona Economica Speciale Campania, che come le altre Zes sarà oggetto di una profonda e incisiva riforma promossa dal ministro per il Sud e la coesione territoriale, Mara Carfagna, grazie alla quale aumenterà l’attrattività dell’area per gli investitori nazionali e internazionali”.

“È però fondamentale”, aggiunge il deputato campano, “l’impegno di tutti gli attori: il governo nazionale, quello cittadino e quello regionale. Il collega Gennaro Migliore, nella replica al question time odierno al ministro Carfagna, ha giustamente accennato alla necessità che la Regione Campania proceda quanto prima alla stipula del protocollo d’intesa con Cassa Depositi e Prestiti, in virtù del quale potrebbero essere realizzati diversi interventi di riqualificazione, valorizzazione e riconversione industriale di molti siti di Napoli Est. Quel protocollo tra Regione Campania e Cdp è una priorità, va firmato presto e messo a sistema”, conclude Casciello, “con le iniziative analoghe poste in essere dal Ministero per il Sud”.

CONCORSONE CAMPANIA, CASCIELLO (FI): “BENE BRUNETTA, POLEMICHE IRRESPONSABILI”

“Sul Concorsone regionale in Campania si sta facendo troppa confusione, alimentando una polemica irresponsabile, che va oltre un populismo inaccettabile”. Lo afferma l’onorevole Gigi Casciello, Deputato di Forza Italia e tra i fondatori dell’Associazione Voce Libera.

“Il Dl che permette la semplificazione del Concorsone”, aggiunge Casciello, “eliminando una prova finale che era prevista dal bando, così da permettere di completare l’iter delle assunzioni entro l’estate, era l’unico modo possibile per evitare lungaggini che avrebbero messo a rischio il concorso stesso. Dopo la decisione di Ripam, che ha stabilito le modalità della prova finale, c’è stata anche una telefonata tra il ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, e il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ed entrambi hanno espresso ampia soddisfazione per la decisione assunta. Insieme hanno concordato ogni passaggio e sono certo che De Luca, da uomo d’onore, faccia adesso chiarezza su questa vicenda”.

 “Sono grato al ministro Brunetta”, sottolinea Casciello, “per aver trovato il modo di sbloccare la situazione e permettere la conclusione del Concorsone con una sola prova finale, a dispetto delle due che erano previste. Naturalmente l’auspicio è che tale prova finale possa svolgersi, come sicuramente accadrà, nella maniera più serena possibile e basandosi sul lavoro svolto in questi dieci mesi di tirocinio. E’ chiaro che nella graduatoria finale si debba tener conto anche dei titoli, perché in un’Italia che deve ripartire dal merito è giusto premiare gli sforzi e gli studi. Dunque, mai come in questo momento”, conclude Casciello, “alimentare una polemica assolutamente infondata credo sia fuori luogo, nel segno dell’irresponsabilità”.

SOMMESE: “OK AL COMPLETAMENTO DEL CONCORSONE, ORA ACCELERIAMO ITER”

Intervista al consigliere regionale della Campania Giuseppe Sommese, presidente della commissione Affari istituzionali.

Presidente Sommese, finalmente una buona notizia sul concorsone…

“Il governo ha finalmente confermato lo sblocco del maxi concorso Ripam Campania sul quale da giorni come presidente della Prima Commissione della Regione Campania ho avanzato è sostenuto un`importante proposta di snellimento”

Lei ha inviato uno nota al governo chiedendo una semplificazione della prova…

“Nella mia nota ai ministri Carfagna e Brunetta ed al presidente De Luca ho infatti proposto l`esecuzione di una sola prova, scritta con banca dati o orale al fine di accelerare il piu` possibile i tempi di assunzione di oltre 2.000 giovani borsisti e far ripartire al meglio la nostra pubblica amministrazione”

Su questo tema c’è stato anche un forte impegno di alcuni deputati campani, vero?

“Devo sottolineare che sul tema dell’occupazione è stato fatto un buon lavoro di squadra. Colgo l’occasione per ringraziare l’onorevole Piero De Luca per il suo costante impegno sul concorsone e ne approfitto per congratularmi per il suo nuovo prestigioso incarico nazionale”