ARRIVEDOOORCI! CALDORO OGNI GIORNO MINACCIA DI LASCIARE FORZA ITALIA MA NON SE NE VA MAI…

Mi si nota di più se me ne vado, se resto, o se minaccio di andarmene? La litania di Stefano Caldoro, che ormai da settimane, dopo essere rimasto deluso dalla mancata nomina a sottosegretario, fa capire di essere sul punto di lasciare Forza Italia, fa sorridere gli addetti ai lavori. “Sembra”, dice a Napolispia un acuto osservatore delle dinamiche politiche campane, “lo sketch di Stanlio e Ollio, quando ripetono in continuazione Arrivedooorci, ma non se ne vanno mai”. Oggi è arrivato un nuovo “Arrivedooorci”: Caldoro si è dimesso da responsabile del Dipartimento Autonomie di Forza Italia: “Caro Presidente”, ha scritto Caldoro nella missiva inviata a Silvio Berlusconi, “con la presente mi dimetto da responsabile del Dipartimento Autonomie di Forza Italia”.

Le dimissioni, spiegano dallo staff di Caldoro, “sono la diretta conseguenza delle posizioni di profondo dissenso, espresse dall’ex ministro socialista, per la mancata rappresentanza al Governo del Sud. Per Caldoro, Forza Italia ha sbagliato nel metodo che ha portato alla individuazione di due esponenti eletti nella stessa regione del Nord, a scapito di personalità di maggiore spessore delle regioni meridionali area, tra l’altro, di maggiore consenso elettorale”. Stavolta almeno Caldoro non parla di sé stesso: il suo consenso elettorale è stato misurato alle politiche dello scorso 25 settembre, quando, da candidato al Senato per il collegio uninominale di Napoli, è arrivato terzo con il 22,2%, superato da Ada Lopreiato del M5s, eletta con il 41,5%, e da Valeria Valente del Pd (25,4%).

Nel 2020, da candidato a presidente della Regione Campania del centrodestra, ha perso di più di 50 punti contro Vincenzo De Luca: 69,5% per il governatore, 18% per Caldoro, che è stato comunque eletto in Consiglio regionale come leader dell’opposizione. Caldoro, dunque, si dimette da responsabile del Dipartimento Autonomie di Forza Italia proprio nel momento in cui il progetto di autonomia differenziata è tra le priorità del governo, lasciando a De Luca campo libero per intestarsi la battaglia per portare avanti le ragioni del Sud e della Campania. In attesa del prossimo “Arrivedorci”, ha conquistato qualche titolo sui giornali di domani.

Subscribe
Notify of
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments