IL SONDAGGIONE! MANFREDI, INCUBO BALLOTTAGGIO. BASSOLINO TALLONA MARESCA. TUTTI I DATI

A Napoli il candidato della coalizione di centrosinistra, M5s e civiche di Vincenzo De Luca, Gaetano Manfredi, si attesta tra il 42 e il 46%, seguito da centrodestra e civiche con Catello Maresca che avrebbe tra il 26 e il 29%. Al terzo posto Antonio Bassolino con la Coalizione Bassolino Azione si attesta tra il 16 e il 20%. Infine Alessandra Clemente, candidata di Potere al Popolo + liste civiche, avrebbe tra il 5 e il 9%. E’ quanto rileva l’istituto Noto Sondaggi per Porta a Porta.

(Fonte Ansa)

MARITOCRAZIA: AZZURRI PER MANFREDI, LA LISTA IMBOTTITA DI PARENTI DI POLITICI

Dalla meritocrazia alla maritocrazia è un attimo, anzi una vocale: domani a Napoli si presenta la lista “Azzurri-Italia viva-Noi Sud-Popolari-Liberali-Riformisti”, in corsa alle comunali a sostegno di Gaetano Manfredi. Si tratta della lista che, per distacco, ha suscitato più polemiche nel corso di tutta la prima fase della campagna elettorale. “Meritocrazia! Competenze!” ha ripetuto tante volte Riccardo Monti, uno degli animatori della lista, insieme all’ex forzista Stanislao Lanzotti. Chi troviamo, tra i candidati? Chiara Tuccillo, moglie di Riccardo Monti. Ma non è il solo esempio di candidature di famiglia: la favorita per l’elezione è infatti Anna Maria Maisto, compagna di vita del consigliere uscente Gabriele Mundo. Tra gli Azzurri ci sono poi Marilù Ferrara, figlia dell’ex Rettore dell’Università Parthenope Gennaro Ferrara, e Salvatorina Romina Moretto, figlia del consigliere uscente Vincenzo Moretto. Insomma, domani sarà una bella cerimonia di amici, congiunti e affetti stabili. Tutti, manco a dirlo, entusiasticamente a sostegno di Manfredi.

FORZA ITALIA NAPOLI, CHE COLPO! CAPOLISTA IL LUMINARE PASQUALE PERRONE FILARDI

Forza Italia mette a segno un vero e proprio colpaccio in vista delle comunali di Napoli. Scende in campo per la prima volta in politica, e sarà capolista del partito di Silvio Berlusconi, Pasquale Perrone Filardi, Direttore della Scuola di Specializzazione in Malattie dell’apparato cardiovascolare dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e responsabile del PI di Cardiomiopatie ed ipertensione polmonare del Policlinico federiciano. Perrone Filardi è un vero e proprio luminare, ed è il presidente della Società Italiana di Cardiologia, la più antica delle società medico scientifiche italiane. Prima di Filardi l’ultimo esponente della cardiologia napoletana ad essere nominato presidente era stato il professore Massimo Chiariello, oltre 15 anni fa. La candidatura di Perrone Filardi è il colpo a sorpresa del coordinatore cittadino di Forza Italia, l’europarlamentare Fulvio Martusciello. Il lunimare, infatti, è un docente di fama internazionale, e sarà una spina nel fianco per il candidato a sindaco di Pd, M5s, centri sociali e profughi berlusconiani, Gaetano Manfredi, ex rettore della Federico II. La notizia ha suscitato comprensibile sconcerto nella lista-minestrone formata da Italia viva, fuoriusciti da Forza Italia e cespugli centristi, alleata con le sinistre di Manfredi. La discesa in campo di Perrone Filardi è stata accolta con grande soddisfazione dal candidato a sindaco del centrodestra a Napoli, Catello Maresca.

FORZA ITALIA, E’ BUFERA: SOSPETTO DI ACCORDO CESARO-MANFREDI-CENTRI SOCIALI

Una riunione infuocata, dai toni drammatici, si è svolta ieri pomeriggio nella sede napoletana di Forza Italia. Una delegazione di forzisti, capitanata dal coordinatore cittadino, l’europarlamentare Fulvio Martusciello, ha incontrato il coordinatore regionale, il senatore Domenico De Siano. Al centro del vertice, la posizione dell’ex capogruppo in Consiglio regionale, Armando Cesaro. Da settimane si rincorrono voci su un presunto sostegno di Cesaro alla lista di Azzurri per Napoli, capitanata da Stanislao Lanzotti, che si è fusa con Italia viva e sostiene Gaetano Manfredi, candidato a sindaco di Napoli di Pd, M5s, deluchiani e centri sociali. Voci, indiscrezioni, sempre più insistenti e mai smentite da Manfredi, avvalorate da incontri che lo stesso Cesaro avrebbe avuto con Gabriele Mundo, esponente di Iv, prima, e con Vincenzo Moretto, ex consigliere leghista pronto a candidarsi con Lanzotti, poi. Martusciello e gli altri big forzisti avrebbero chiesto addirittura la sospensione di Cesaro dal partito. Impensabile anche tollerare il solo sospetto che un esponente di primo piano di Forza Italia possa appoggiare una coalizione che comprende esponenti della sinistra radicale, quei centri sociali che hanno rappresentato la spina dorsale dell’amministrazione guidata da Luigi De Magistris. “Noi vogliamo vincere con Maresca!” hanno ripetuto in coro i forzisti. De Siano, a quanto si apprende, avrebbe abbozzato limitandosi a dire “ma non avete capito che Armando non conta più nulla?”. Le prossime ore saranno decisive.

LANZOTTI SCATENATO: “MASTELLA MI CRITICA? I SUOI STANNO CON ME”

Stanislao Lanzotti aveva annunciato la presenza di Clemente Mastella e Antonio Milo alla presentazione  della sua lista Azzurri per Napoli, schierata alle comunali con Gaetano Manfredi, ma nessuno dei due si è visto. Anzi, Mastella del Mattino lo ha attaccato duramente dicendo che di Lanzotti non ci si può fidare. La replica di Lanzotti arriva su Facebook  al termine di un duro scambio di battute con il coordinatore cittadino partenopeo di Forza Italia, Fulvio Martusciello. “Mastella ? I suoi non la pensano così anche se tu hai garantito due candidati a Benevento”, dice Lanzotti, che aggiunge: “Milo mi aveva dato quattro candidati in lista e quattro sono rimasti”  Insomma Lanzotti ritiene di essere riuscito a sfilare a Milo e Mastella i candidati. Sarà vero ? Lo vedremo nelle prossime ore.

FORZA ITALIA NAPOLI, PRESENTATA LA CONSULTA PER IL PROGRAMMA: SUCCESSO PER MARTUSCIELLO E SILVESTRO

Questa mattina presso la sede di Forza Italia al Corso Umberto, il coordinatore regionale Domenico De Siano e il coordinatore cittadino Fulvio Martusciello hanno presentato la Consulta che ha redatto il programma di Forza Italia per Napoli, affiancata dal Prof. Riccardo Resciniti che ne ha curato il coordinamento tecnico. Una prova di forza per il partito di Silvio Berlusconi a Napoli, che dimostra di essere vitale e di attrarre professionisti, imprenditori, eccellenze del mondo dell’università della ricerca, dell’impegno sociale, del volontariato. Forza Italia, magistralmente guidata a Napoli dal tandem Fulvio Martusciello-Franco Silvestro, si propone come la forza propulsiva della coalizione che sostiene la candidatura a sindaco di Catello Maresca, entusiasta dell’iniziativa di questa mattina.

Il programma di  Forza Italia per le comunali di Napoli 2021, si articola in tre diverse sezioni di idee e proposte inerenti rispettivamente, le persone, le strutture ed i servizi per il rilancio della nostra città.

Persone

o             Napoli Solidale (politiche sociali)

o             Napoli Sicura (polizia e sicurezza)

o             Napoli Insegna (scuola)

o             Io resto a Napoli (politiche per i giovani)

Napoli in Salute (sanità)

Strutture

o             Il Mare di Napoli (portualità, nautica e fiere)

o             Napoli Riparte (sblocco opere pubbliche e cantieri)

o             Napoli Nuova (riqualificazione aree strategiche e trasporti)

o             Napoli Smart (innovazione e digitalizzazione)

o             Napoli Sportiva (sport)

Servizi

o             Napoli da vivere (cultura, arte e spettacoli)

o             Napoli nel mondo (turismo)

o             Napoli non si è arresa (food e ristorazione)

o             Napoli Sostenibile (ambiente e rifiuti)

o             Napoli conti a posto (pubblica amministrazione)

o             Napoli Efficiente (partecipate)

o             Napoli che produce (imprese, commercio e professioni)

Filo conduttore del programma è “ridare valore a Napoli”. La vision che emerge dal programma, è quella di una città che guarda al futuro in linea con l’Agenda 2030 dell’ONU e con le altre città europee.

Alla presentazione hanno partecipato anche numerosi candidati della lista di Forza Italia.

NONNO ANTONIO IN AZIONE – CON L’ARRIVO DI CALENDA LE LISTE PER BASSOLINO SONO 5 (ALTRE 2 IN STAND BY)

“A Napoli Azione sosterrà convintamente Antonio Bassolino. Dopo il disastro di De Magistris abbiamo bisogno di persone esperte e capaci. Quello di cui sicuramente invece non abbiamo bisogno è di portare i 5S al governo della città”: Carlo Calenda leader di Azione, rompe gli indugi e annuncia il suo sostegno alle comunali di Napoli ad Antonio Bassolino. I due erano in contatto da mesi, e Calenda ha aspettato la conclusione delle primarie di Roma, dove è candidato a sindaco, per l’annuncio ufficiale. “Ringrazio molto Carlo Calenda e Azione: il loro sostegno”, risponde Bassolino, “rafforza il carattere politico e civico della mia candidatura a sindaco di Napoli. Sono una persona di sinistra, un fondatore del Pd, e soprattutto un uomo delle istituzioni. Mi rivolgo a tutte le elettrici ed a tutti gli elettori che vogliono mettere la città sopra ogni interesse di parte: forza, possiamo farcela”. Azione presenterà una lista a sostegno di Bassolino per il consiglio comunale, non è ancora certo se sarà presente anche per le municipalità. La scelta di Calenda è chiara: vuole impedire che il M5s, partito di riferimento di Gaetano Manfredi, prenda in mano la città di Napoli. Sfida lanciata quindi anche a Matteo Renzi, che a Napoli, con Italia viva, si è accodato ai grillini. Sono quindi cinque, ad oggi, le liste a sostegno della candidatura dell’ex sindaco: quattro civiche e la lista di Calenda. Contatti serrati sono in corso con altri due soggetti politici.

MARESCA, SCHIAFFO AL CENTRODESTRA: “RISPETTO PROFONDAMENTE DE LUCA COME POLITICO E COME UOMO”

Catello Maresca rifila un sonoro ceffone, in termini politici, ai partiti del centrodestra napoletano, che tra litigi interni e sbandamento organizzativo rappresentano in questo momento una palla al piede, una zavorra per la sua campagna elettorale. Maresca, a una domanda sul presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, a margine di un incontro con i ristoratori del centro storico, risponde così: “Noi partiamo”, dice Maresca, a quanto riporta la Dire, “dal rispetto delle istituzioni. Io, oltre a rispettare il presidente De Luca come presidente della Regione Campania, lo rispetto anche profondamente come uomo. Condivido molte scelte di De Luca, qualcuna no ma è chiaro che sia così. La possibilità e la capacità di confrontarsi sulle questioni concrete e sulle soluzioni per Napoli”, aggiunge Maresca, “sicuramente sarà un buon punto di partenza”. Le parole di Maresca sono probabilmente destinate a sbattere definitivamente la porta in faccia a Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, che hanno passato tutto l’anno e mezzo della pandemia ad attaccare De Luca, finendo poi con l’essere letteralmente annientati alle regionali dello scorso settembre, quando il candidato del centrodestra, Stefano Caldoro, è stato battuto con il distacco record di 50 punti. Un segnale anche per Matteo Salvini, antagonista di De Luca, e per tutto lo stato maggiore partenopeo di Forza Italia e Fratelli d’Italia. Maresca sembra finalmente volersi sganciare dalla strategia fallimentare dei tre partiti di centrodestra per poter ampliare i confini della coalizione civica che lo sosterrà alle elezioni.

NAPOLI, MERCOLEDÌ L’ANNUNCIO DI MARESCA: IN CAMPO CON I SIMBOLI DI LEGA, FDI E FI

Pasquale Napolitano per Napolispia

Si chiude il cerchio per la candidatura del magistrato Catello Maresca candidato a sindaco di Napoli. Mercoledì prossimo dovrebbe arrivare il via libera dal tavolo nazionale del centrodestra: Giorgia Meloni per Fratelli d’Italia, Antonio Tajani per Forza Italia e Stefano Locatelli, responsabile enti locali della Lega, si riuniranno per definire l’accordo sulle amministrative. Matteo Salvini non ci sarà perché impegnato, tra le altre cose, per la preparazione dell’udienza per il caso-Gregoretti in programma venerdì 14 maggio a Catania.

Milano, Napoli, Roma, Torino e Bologna. L’ora della discesa in campo sarebbe dunque scoccata. La svolta è arrivata dopo l’ok di Maresca ai simboli: via libera che ha consentito di superare l’ostacolo di Fdi. Nei prossimi giorni il magistrato, in servizio alla Procura generale di Napoli, dovrebbe formalizzare la domanda di aspettativa per motivi elettorali.

NAPOLI, 12 PARTITI CONTRO IL SEGRETARIO PD SARRACINO: “BASTA ASPETTARE ROMA, ANDIAMO DA SOLI”

Il centrosinistra partenopeo si ribella alla melina portata avanti dal segretario metropolitano del Pd, Marco Sarracino, sulla scelta del candidato a sindaco di Napoli. La leader partenopea di Italia viva, Graziella Pagano, ha pubblicato sui social un documento durissimo, pur senza citarlo, contro Sarracino, che continua a perdere tempo, pur avendo convocato più volte la coalizione allargata al M5s, per aspettare le decisioni sul candidato a Roma, dove i Dem vorrebbero schierare Nicola Zingaretti. Il documento è siglato da 12 liste, tra partiti e società civile, tra le quali tutte quelle che fanno riferimento al presidente della regione, Vincenzo De Luca. Sarracino, spiegano diversi protagonisti interpellati da Napolispia, rischia di mandare in frantumi la coalizione, aspettando che a Roma si decidano a dare il via libera a Gaetano Manfredi. Il Pd romano a sua volta aspetta che Roberto Fico, presidente del M5s della Camera, decida cosa vuol fare in relazione alle prossime comunali. Fico sarebbe tentato dallo scendere in campo, ma dovrebbe lasciare la terza carica dello Stato e comunque il suo nome spaccherebbe una coalizione unita faticosamente su Manfredi. “Sarracino”, confida a Napolispia un big della coalizione, “pensa solo a garantirsi il posto da deputato alle prossime politiche e rischia di mandare in frantumi la coalizione a Napoli”.

Ecco il documento firmato da Italia Viva, Fare Democratico, Più Europa, La Città, Centro Democratico,Amici dell’Avanti, Repubblicani democratici, Moderati, Liberaldemocratici, Noi Campani e Campania libera

IL DOCUMENTO

Nell’ambito delle riunioni periodiche delle forze politiche e civiche a sostegno del governo regionale,  questa mattina si è tenuto un incontro per le prossime elezioni al Comune  di Napoli.

I rappresentanti presenti hanno confermato la volontà di partecipare, unitariamente al Partito democratico ed alle altre forze politiche e civiche disponibili, ad una larga alleanza democratica che si candidi alla guida della città di Napoli, costruendo un forte rapporto di collaborazione con il governo regionale .

Questa alleanza dovrà rappresentare una svolta nei confronti dell’esperienza dell’attuale amministrazione e della falsa opposizione di destra , sempre pronta a fare da stampella di soccorso al Sindaco in carica.

Ma dovrà avere anche l’ambizione di favorire la costruzione di un progetto politico, di forte ispirazione meridionalista, che dovrà prendere forma e radicamento anche nelle altre realtà del territorio regionale, a partire da quelle chiamate al voto nelle prossime consultazioni amministrative .

Nel ribadire che la scelta sul candidato Sindaco di Napoli si compie a Napoli e non secondo logiche di palazzi romani, i presenti hanno espresso forte preoccupazione per le continue lungaggini che tardano la definizione della coalizione e la conseguente individuazione del candidato Sindaco.

Le forze presenti hanno avuto modo di valutare diversi contributi che in queste settimane sono venuti sui problemi di Napoli e possibili soluzioni. Tra questi meritano particolare attenzione le recenti dichiarazioni rilasciate dal Prof. Gaetano Manfredi sullo stato della città e le prospettive di una sua rinascita unitamente ad un’incisiva azione di risanamento finanziario.

Sulla base di questo ampio confronto sussistono le condizioni per arrivare all’individuazione di una personalità che, per autorevolezza e competenza, possa raccogliere il sostegno di un ampio arco di forze politiche e civiche .

Invitiamo l’insieme della coalizione delle forze politiche e civiche ad esprimere in tempi rapidi, nell’ambito delle consultazioni , le proprie valutazioni in modo chiaro e coerente con il lungo percorso di confronto che si è sviluppato fin qui.

Ulteriori dilazioni, dopo le lungaggini di questi mesi, arrecherebbero un danno non più tollerabile per la città di Napoli e l’imminente campagna elettorale .

Ulteriori silenzi o rinvii legittimerebbero le forze sottoscrittrici della presente dichiarazione a definire per il prosieguo una posizione pienamente autonoma.

Italia Viva

Fare Democratico

Più Europa

La Città

Centro Democratico

Amici dell’Avanti

Repubblicani democratici

Moderati

Liberaldemocratici

Noi Campani

Campania libera